Articolo Sisform 4/2011
Uso del computer e competenze PISA 2009: un confronto tra Piemonte e Puglia
di Luisa Donato

Nel 2009, l’indagine OCSE PISA a messo a disposizione una serie di informazioni sulla dotazione e sull’utilizzo dei computer in ambito educativo. L'articolo analizza i dati disponibili comparando il Piemonte alla Puglia.

Scarica l'articolo

Rapporto OCSE-PISA
Rapporto OCSE-PISA 2009 I risultati del Piemonte a confronto con le altre regioni italiane
di Paola Borrione, Luciano Abburrà, Roberto Trinchero

I punteggi medi regionali in lettura (496), matematica (493) e scienze (501) si situano sempre al di sopra della media italiana (rispettivamente 486, 483 e 489) e in linea con quella OCSE (rispettivamente 493, 496 e 501)Tuttavia il distacco dalle altre regioni del Nord, e in particolare dalla Lombardia, è più sensibile rispetto a quello delle rilevazioni precedenti.

Scarica l'articolo

Articolo Sisform 1/2011
OCSE-PISA 2009: i primi risultati del Piemonte
di Paola Borrione e Luciano Abburrà

L'articolo fornisce una sintesi sui principali risultati dei quindicenni piemontesi che hanno partecipato all'Indagine PISA 2009.

Scarica l'articolo

Quaderno di ricerca 118
Ma perché devo studiare le scienze? Interessi e atteggiamenti degli studenti nell'indagine Ocse-Pisa 2006
di Paola Borrione

L’ipotesi che intendiamo verificare con il presente approfondimento è la seguente: contesti (scuole e famiglie) caratterizzati da una buona cultura scientifica e dal riconoscimento dell’importanza della scienza per la vita e per il lavoro, consentono agli studenti di ottenere risultati mediamente superiori nelle prove di scienze dell’Indagine PISA. All’interno di tali contesti, inoltre, dovrebbero risultare migliori i risultati degli studenti ai quali le scienze vengono insegnate con metodi partecipativi, tramite l’uso di esperimenti, con il coinvolgimento atto a farli divenire “pensatori attivi”, come dimostrano i risultati delle principali ricerche sulla didattica delle scienze (Staver 2007). All’interno di tale paradigma concettuale, inoltre, l’attività extrascolastica che ha come oggetto la scienza viene identificata come un ulteriore fattore di miglioramento delle competenze scientifiche.

Scarica l'articolo

Rapporto OCSE-PISA
Rapporto OCSE-PISA 2006 Le competenze dei quindicenni in Piemonte a confronto con le regioni italiane ed europee
di Luciano Abburrà, Silvana Mosca

Il volume illustra i principali dati relativi alle competenze dei quindicenni scolarizzati che nel 2006 hanno partecipato, in Piemonte alla rilevazione OCSE-PISA in costante comparazione con i risultati di altre regioni, italiane ed europee. Il Piemonte ha aderito all’indagine con un proprio campione rappresentativo che ha consentito di comparare i livelli di competenza presenti nella regione con quelli nazionali, di altre regioni analoghe italiane ed europee e con gli standard internazionali.

Scarica l'articolo

Netpaper 2/2005
Alunni stranieri, futuri cittadini: un confronto tra i percorsi formativi degli studenti italiani e stranieri in Piemonte
di Luisa Donato, Roberta Valetti, Paola Borrione

Nel presente studio abbiamo messo alla prova l’ipotesi che il livello socio-economico e culturale del nucleo familiare di provenienza, il livello di istruzione dei genitori, il contesto linguistico familiare e le aspettative formative influenzino le competenze e le abilità degli studenti in misura maggiore rispetto alla nazionalità di provenienza. La fonte utilizzata a tal fine sono i dati relativi all’indagine OCSE/PISA, Programme for International Student Assessment, che ha come obiettivo quello di monitorare le competenze degli studenti che l’OCSE giudica necessarie perché le persone possano agire come cittadini all’interno della società. In particolare ci siamo occupati degli studenti, italiani e stranieri, residenti in Piemonte all’epoca dell’ultima rilevazione PISA, compiuta nel 2003.

Scarica l'articolo

Netpaper 1/2005
OCSE-PISA 2003 As good as the others. Northern Italian students and their peers in other European regions
di Luciano Abburrà

Regional analysis on an international scale casts a new light on PISA findings about the skills of 15-year-old students.

Scarica l'articolo