Rapporto
Valutazione primo triennio Obiettivo Orientamento Piemonte
di Luisa Donato, Carla Nanni

Il rapporto contiene il monitoraggio dei numeri del primo triennio dell’intervento regionale Obiettivo Orientamento Piemonte, il sistema di governo, la rete di sportelli pubblici e l’attività di valutazione realizzata tramite interviste ai responsabili della misura ai vari livelli di governance integrata da studi di caso in scuole secondarie di primo e secondo grado nelle quattro aree intervento previste nella programmazione. L’analisi evidenzia alcuni ambiti di intervento utili all’implementazione della politica

Scarica l'articolo

Rapporto
Diritto allo studio e libera scelta educativa in Piemonte: quale attuazione?
di F. Laudisa

Come viene attuata la politica per il diritto allo studio scolastico in Piemonte? E' la domanda a cui risponde questa analisi. La ricerca esamina gli aiuti economici finalizzati a sostenere in forma diretta i costi di istruzione delle famiglie in condizioni svantaggiate: si descrivono i criteri di accesso, gli importi, il numero di beneficiari, le risorse investite, e infine, le modalità di erogazione. La finalità ultima è di restituire un quadro che consenta ai decisori di “correggere il tiro” affinché questi strumenti servano per lo scopo per il quale sono istituiti.

Scarica l'articolo

Rapporto
Anticipare il lavoro che verrà
di Luciano Abburrà, Luisa Donato (IRES Piemonte), Sarah Bovini, Roberto Strocco (Unioncamere Piemonte), Pietro Aimetti, Davide Biffi, Emilio Colombo, Andrea Gianni, Enrico Quaini, Monica Redaelli, Silvia Scaramellini, Luca Stanca (PTSCLAS)
L'analisi dei fabbisogni occupazionali per settori, professioni e titoli di studio avvia una linea di attività previsiva dell'evoluzione di domanda e offerta di lavoro in Piemonte. Il modello adottato ha consentito di ottenere scenari al 2019-2023. I risultati sono comparabili con quelli realizzati a livello nazionale dal Sistema Informativo Excelsior. Per laureati e diplomati è stato possibile creare un indice che misura il potenziale squilibrio tra domanda e offerta.

Scarica l'articolo

Contributo di ricerca 294/2020
Adulti e università: un incontro difficile?
di Alberto Stanchi

Negli ultimi quindici anni gli adulti che hanno scelto di iscriversi all'università "per la prima volta" sono diminuiti del 75%. Questa drastica diminuzione va in controtendenza rispetto a ciò che auspicano studiosi e organizzazioni internazionali, secondo i quali i cambiamenti tecnologici e produttivi, l'automazione, l’obsolescenza delle conoscenze, sono fattori che impongono alla popolazione adulta il ritorno agli studi. Lo studio cerca di individuare le ragioni di questo paradosso, indagando il ruolo e le attività delle università italiane e, in particolare, di quelle piemontesi.

Scarica l'articolo

Rapporto
I giovani nel mondo del lavoro: innovattori di futuro!
di Luciano Abburrà, don Bruno Bignami, Marcello Bogetti, Susanna Bustino, Marco Canta, Luca Davico, Raffaella Dispenza, Nicolò Farinetto, Daniele Marini, Marco Muzzarelli, Filippo Provenzano, Gaetano Quadrelli, Alessandro Svaluto Ferro, Massimo Vai

Il dilagante problema della disoccupazione giovanile, e ancor più dell’inattivazione, identificato dall’acronimo NEET (Not [engaged] in Education, Employment or Training) investe fortemente alcuni degli interrogativi della nostra società: quale futuro e quale spazio per le giovani generazioni? Il lavoro sarà ancora un’esperienza significativa nell’orizzonte della vita dei giovani?

Scarica l'articolo

Report FSC
Le sezioni primavera in Piemonte
di Davide Barella, Stefano Neri, Carla Nanni, Daniela Leonardi

Lo studio illustra le origini e l'evoluzione delle sezioni primavera, un servizio innovativo che arricchisce l'offerta dei servizi per l'infanzia. Una parte è dedicata all'esperienza piemontese, per evidenziarne le caratteristiche, le dimensioni quantitative e la distribuzione territoriale. Dai risultati emersi si propongono possibili percorsi di ricerca per il futuro.

Scarica l'articolo

Rapporto
L'alternanza che funziona: fare rete per rispondere ai bisogni
di Maria Cristina Migliore

Questo studio analizza cinque progetti di alternanza scuola lavoro in provincia di Cuneo. L'obiettivo è individuare le condizioni abilitanti il successo di questi progetti. Il successo è definito come avente le caratteristiche richieste dalla legge 107/2015. La coprogettazione con soggetti esterni e la significativa integrazione dei progetti di alternanza nella didattica standard (caratteristiche richieste dalla legge) sono stati favoriti da: buoni rapporti delle scuole con le loro comunità locali; la capacità di sviluppare progetti rilevanti per i giovani; la presenza di alcuni insegnanti molto interessati a innovare la didattica tradizionale; persone esterne alle scuole che intravedono il potenziale di collaborare con le scuole.

Scarica l'articolo

Articolo Sisform 5/2019
OCSE PISA 2018: i risultati del Nord Ovest
di Luisa Donato

Nel 2018, il dominio principale dell'indagine OCSE-PISA è stato "Lettura". Le performance degli studenti del Nord Ovest risultano al di sopra della media nazionale in tutti gli ambiti cognitivi. In matematica sono anche al di sopra della media OCSE. Rispetto ai cicli precedenti si registra un peggioramento dei risultati in lettura e scienze dovuta alle minori performance degli studenti migliori.

Scarica l'articolo